VITTORIE PIU' SIGNIFICATIVE


CTP 1475-40-2019

Se la TARI è già pagata non è più dovuta sebbene pagata con bollettino postale intestato a persona deceduta parola della Commissione Tributaria Provinciale di Roma n. 1475/40/2019 del 1 Gennaio 2019
CTP 1475-40-2019

La Commissione tributaria Provinciale di Roma con sentenza n. 1475/40/2019 accoglieva l’opposizione a cartella esattoriale con cui l’Agente di Riscossione richiedeva il pagamento di oltre seimila euro della tassa rifiuti relativa agli anni dal 2012 al 2018 invero già pagate sebbene con bollettino postale intestato alla defunta sorella.
Ebbene, nonostante la difesa dell’Agente di riscossione sostenesse che non si trattava di estinzione del tributo per avvenuto pagamento dato che i bollettini della tari erano intestati ad un altro soggetto, in accoglimento delle questioni di diritto poste dalla difesa della ricorrente, la cartella veniva annullata dato che “l’avvenuto adempimento delle annualità TARI dal 2012 al 2017 comporta l’estinzione di ogni pretesa da parte dell’AMA, sebbene i versamenti siano avvenuti a mezzo bollettini postali intestati al dante causa. Tale adempimento non può dirsi inficiato dall’omessa comunicazione all’AMA dei dati identificativi della ricorrente nella veste di nuova intestataria dell’utenza.”

Quindi, in caso in cui avete pagato la TARI relativa ad un immobile sebbene intestata ad altro soggetto, per non aver provveduto alla comunicazione della variazione all’ente creditore, la tassa non è più dovuta è sempre necessario far valere le proprie documentate ragioni o attraverso un provvedimento di sgravio da parte dell’ente creditore o una sentenza di annullamento del tributo.


ALLEGATI

Autore: Laila Perciballi

Laila Perciballi, patrocinante in Cassazione, esercita la professione di avvocato civilista dal 2000, con studio in Roma. Partecipa a trasmissioni televisive, tra le quali Uno Mattina, La vita in diretta, A Conti fatti, Mi manda Rai Tre, Codice a Barre, Storie Vere, Sky 24, Attenti al Lupo, Di Martedi, Piazza Pulita. La sua assistenza si estende a salvaguardia di tutti i diritti degli individui e delle loro diversità, seguendo l’insegnamento del Prof. S.Rodotà e del Prof. P. Cendon, con cui ha avuto e ha l’onore di collaborare. Quale membro dell’associazione “Persona e danno”, si occupa anche di responsabilità professionale, malpractice-medica, responsabilità contrattuale, extracontrattuale e da “contatto sociale”; pone particolare attenzione alla tutela dei professionisti, personale medico e paramedico, nell’esercizio dell’attività in strutture pubbliche e/o private. E ancora si occupa di risarcimento danni, tributi, Equitalia, usura, anatocismo, azioni a tutela dei contribuenti, carte dei servizi, sinistri stradali, recupero crediti, amministrazione di sostegno. Autrice, nel 2015, dell’ebook "Coniugi, coppie di fatto etero ed omosessuali, responsabilità genitoriale, ascolto dei minori, riconoscimento ai padri, negoziazione assistita, separazione e divorzio breve” , e pubblica saggi sui diritti della persona e sui danni con la casa editrice Cedam, Utet, Jovene Editore, Key e sul sito www.personaedanno.it

Laila Perciballi

Le più viste

Sentenza - 4524 - 2020

Sentenza - 22865 - 2019

Sentenza - 2295 - 2020

CTP 1475-40-2019

Sentenza - 16556 - 2019

Contattaci


Mettetevi in contatto con noi

VISITATECI

Via Tommaso Campanella, 41
00195, Roma

ORARI DI APERTURA

Lunedì - Venerdì +
9:00 - 18:00

COME CONTATTARCI

Telefono:
0639738251
Fax:
0639738251
Cellulare:
3939072144
Email:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2015 P&P Studio Legale - Realizzato da WebEuro